Presentazione del corso

Tipologia di corso: Corso di laurea D.M. 270/2004

Classe: L-22
Sede: Padova
Presidente
: Tatiana Moro

Il corso fornisce competenze generali nell'ambito biomedico, psicopedagogico e organizzativo, e competenze specifiche sulle attività motorie e sportive. Gli studenti imparano, anche grazie a tirocini presso impianti e organizzazioni sportive, a condurre e gestire attività motorie di tipo educativo, ludico e sportivo, finalizzandole allo sviluppo, al mantenimento e al recupero delle capacità motorie e del benessere psicofisico. I laureati lavoreranno nel campo dell'educazione motoria e sportiva nelle strutture pubbliche e private, nelle organizzazioni sportive e dell'associazionismo ricreativo e sociale, nel campo del turismo e delle attività economiche correlate allo sport.

Maggiori informazioni

  Requisiti di Ammissione

Gli studenti che intendono iscriversi al Corso di Laurea in Scienze Motorie devono essere in possesso di un diploma di scuola secondaria superiore o di altro titolo conseguito all'estero, riconosciuto idoneo in base alla normativa vigente. Per l'ammissione al Corso di Laurea gli studenti devono possedere conoscenze di Biologia, Chimica, Fisica, Pedagogia, Logica e Cultura Generale, attività fisica, esercizio fisico e sport e verificate tramite esami di ammissione con un test scritto a domande a risposta multipla. Il corso è a numero programmato.

  Obiettivi formativi specifici del corso e descrizione del percorso formativi

La base su cui formare un laureato con forti competenze in ambito della valutazione, programmazione e somministrazione dell'attività motoria risiede su vaste fondamenta di competenze biologiche, mediche e psicopedagogiche su cui innestare le abilità del saper fare più propriamente tecniche. Si ritiene che le competenze di tipo medico-clinico non debbano snaturarne la natura della figura professionale che non ha competenze di tipo diagnostico-prescrittivo ma piuttosto di inquadramento fisico e attitudinale e di programmazione e somministrazione dell'adeguata quantità, intensità e durata del carico di attività fisico-motoria allo scopo del mantenimento e miglioramento della salute dell'uomo. Il corso è stato strutturato per rendere il laureato autosufficiente per quanto concerne l'applicazione di tecniche addestrative e di allenamento che tengano conto dei diversi aspetti del soggetto da quelli biomedici a quelli psicopedagogici e di comunicazione. Per ottenere questi risultati, a fronte di solide competenze biomediche ed altre competenze relative a diversi ambiti, si è ritenuto di fondamentale importanza mantenere una solida base di materie tecnico addestrative per caratterizzare fortemente la figura del laureato come quella di un tecnico che sia in grado di valutare, programmare, prescrivere e somministrare l'esercizio fisico più adatto al soggetto. Il laureato dovrà quindi possedere competenze relative alla comprensione, alla conduzione e alla gestione di attività motorie a carattere educativo, adattativo, ludico o sportivo, finalizzandole allo sviluppo, al mantenimento e al recupero delle capacità motorie e del benessere psicofisico ad esse correlato, anche con funzione di prevenzione; essere in grado di utilizzare efficacemente almeno una lingua dell'Unione Europea, oltre l'italiano; possedere adeguate competenze e strumenti per la comunicazione e l'informazione; essere capace di lavorare in gruppo, di operare autonomamente e di inserirsi prontamente negli ambienti di lavoro.

  Obbligo di Frequenza

La frequenza alle attività didattiche è obbligatoria per le attività formative specificate nell'Allegato 2 e potrà essere accertata dal docente nelle forme ritenute più idonee. Per poter sostenere la verifica finale del profitto e conseguire i CFU relativi a ciascun insegnamento, lo studente dovrà avere frequentato almeno il 70% delle eventuali ore di attività di laboratorio, o attività similari, necessarie per lo svolgimento del programma previsto. Le ore di frequenza non effettuate devono essere recuperate con le modalità e nei tempi fissati dal CCL. Ulteriori specifiche indicazioni saranno definite in apposito regolamento approvato dal CCL.

https://didattica.unipd.it/off/2022/LT/ME/IF0375

  Caratteristiche della prova finale

La prova finale consiste nella compilazione di un elaborato scritto, concordato con il docente tutor di riferimento, di una sperimentazione/ricerca svolta su argomenti inerenti la professione del laureato in scienze motorie, o su un progetto di educazione motoria o di attività motoria e sportiva o di una ricerca bibliografica a tema. La relazione, elaborata sulla base di una specifica struttura di sviluppo e corredata da significativi riferimenti bibliografici, viene presentata e discussa dal candidato alla presenza di una Commissione nominata che esprime un giudizio di merito attribuendo un adeguato punteggio.